IIS Tecnico Industriale Geometri

La Meridiana

Print Friendly
brochure Associazione Astrofili brochure prof. Mancinelli

Una Meridiana costruita su iniziativa dell’Istituto Tecnico Industriale di Terni nel 1986, progettata e realizzata dal prof. Stelio Mancinelli Degli Esposti (insegnante presso lo stesso ITIS) con la collaborazione dei Tecnici e Studenti dell’Istituto.

meridiana1

Descrizione della Meridiana

L’opera consiste di due gigantesche pietre di dimensioni 180 x 180 x 10 cm. e di un grande gnomone triangolare di lati 176 cm, 120,5 cm. e 124 cm in titanio dello spessore di 5 mm. La pietra adibita a meridiana vera e propria costituita da una lapide in marmo cementata su di un massello di travertino dello spessore di 10 cm.

La lapide, elemento fondamentale della meridiana, contiene 151 incisioni suddivise in tratti di 5 minuti solari di larghezza asimmetrica ed attraversata da sinistra a destra da tre curve di declinazione corrispondenti all’equatore e ai tropici del cancro e del capricorno, oltre ad indicare le posizioni assunte dal sole nei solstizi e equinozi; tutte e tre le curve sono contrassegnate da iscrizioni realizzate con lettere in acciaio inox.

Le ore delimitate dalle tre dette curve di declinazione contengono i relativi nomi delle stagioni incisi e verniciati in argento. Nel corso dell’anno, grazie ad una particolare minuscola apertura praticata sul profilo dello gnomone, possibile, osservando la sua ombra sulla meridiana, conoscere la posizione zodiacale del sole e l’andamento delle stagioni.

Tre delle fasce esterne ricavate sul massello di travertino (le due verticali e quella orizzontale inferiore) contengono incise le cifre numeriche relative alle varie ore del giorno, la quarta infine, quella superiore, l’iscrizione l’ORA SOLARE incisa in stampatello.

La seconda pietra anch’essa costituita da una lapide in marmo cementata su di un massello di travertino delle medesime dimensioni di quello già descritto, che sostiene il quadrante della meridiana.

meridiana targhe1

La lapide attraversata interamente da un reticolo inciso costituito da 31 righe orizzontali e altrettante verticali. Rigidamente fissate sulla superficie della lapide, vi sono dodici curve matematiche, realizzate in tondino di acciaio inox contrassegnate ciascuna con il relativo nome del mese riportato in lettere a carattere maiuscolo, sempre in acciaio inox.

Queste 12 curve sono la rappresentazione grafica della cosiddetta equazione del tempo comprensiva della correzione in longitudine dell’I.T.I.S. Naturalmente sull’equazione del tempo confluiscono le equazioni del centro e di riduzione all’equatore. Il bordo in travertino che circonda la lapide contiene su ogni lato 31 incisioni, quelle orizzontali indicano i giorni del mese, quelle verticali i minuti positivi o negativi necessari per le correzioni. Grazie a queste curve possibile con un rapido sguardo dedurre i minuti da addizionare o sottrarre all’ora solare, letta sul quadrante della meridiana, per ottenere l’ora scandita dagli orologi.

Al disopra dell’ingresso occidentale dell’I.T.I.S. (le due pietre descritte saranno installate rispettivamente a destra e sinistra di questo ingresso) trover posizione una lapide in marmo di dimensioni 185 x 20 x 4 cm. con la seguente incisione:

TEMPO DEGLI OROLOGI = ORA SOLARE +/- CORREZIONE DEL GIORNO

Al disopra delle due pietre, verranno installate due piccole lapidi di 90 x 33 x 3 cm. contenenti versi danteschi ispirati alla frugalit del tempo e alla mutevole posizione diurna del sole nel corso dell’anno, che rende appunto indispensabili gli aggiustamenti matematici dell’equazione del centro e di e di quella di riduzione all’equatore.

DSC_2291

Nel 2004 finalmente, grazie alla sensibilità ed alla volontà del gruppo di lavoro del Progetto Museo Tecnologico, si proceduto al recupero delle lastre ed alla costruzione di carrelli particolari che ne permettessero lo spostamento. E’ intervenuto di nuovo il prof. Mancinelli nell’opera di meticoloso restauro e di valorizzazione del reperto.

Nel 2006 il Consiglio di Istituto dell’I.T.I.S. in sintonia con il Dirigente Scolastico con i docenti della commissione incaricata, ha inteso valorizzare la monumentale Meridiana riprendendo l’antico progetto di installazione sulla facciata dell’I.T.I.S. ai lati della entrata principale. Il prof. Marcello Irti, docente di Disegno e Tecnologia, viene incaricato di redigere un nuovo progetto che, tenendo conto del precedente, prevedesse l’adeguamento alle normative di sicurezza vigenti e alle caratteristiche strutturali dell’edificio.

Nel 2011 il su iniziativa del Presidente dell’Associazione Ternana Astrofili (A.T.A.M.B) Tonino Scacciafratte il Dirigente Scolastico Giocondo Talamonti riprende in esame il progetto ed insieme mettono in atto un piano mirato all’installazione della Meridiana per reperire fondi per la posa in opera dell’Orologio Solare.

Nel 2012 il nuovo Dirigente Scolastico prof.ssa Cinzia Fabrizi ha creduto opportuno proseguire la strada tracciata finora ed ha presentato il progetto ai soggetti istituzionali: Comune e la Provincia.

Ritenendo l’opera una vera risorsa a disposizione della città si è impegnata per far si che l’inaugurazione fosse inserita tra gli Eventi Valentiniani 2013

locandina Meridiana manifesto_itis_meridiana Itis_invito_meridiana